Corfù: cosa non perdere durante un viaggio sull’isola

palazzo-sissi

Corfù è un’affascinante isola della Grecia, posta a ovest, nel mar Ionio, non eccessivamente distante dall’Italia. Si può giungere a Corfù, detta Kerkira nella lingua del luogo, anche sfruttando le linee di traghetti e aliscafi che partono direttamente dalle coste del nostro paese. L’isola di Corfù non è molto grande, ma offre comunque diverse mete da visitare nel corso di un soggiorno, conviene quindi approfittare almeno di un fine settimana lungo, per non perdersi nulla delle bellezze del luogo.

Le spiagge

Sicuramente tutte le isole greche sono prese ogni anno d’assalto da parte dei turisti che amano il mare; Corfù non delude da questo punto di vista, presentando alcune delle più belle spiagge del mediterraneo. L’isola ha una forma allungata, e dispone di lunghe coste lungo tutto il suo perimetro; sicuramente però alcune spiagge sono tra le più famose, come ad esempio Sidari, o anche Paleokastritsa, che le leggende vogliono sia stata quella su cui è naufragato Ulisse. In questa zona si susseguono coste rocciose e piccole insenature sabbiose, perfette per chi ama lo snorkeling.

Le città

Corfù è sufficientemente grande da ampie cittadine, tra cui la più importante è la capitale dell’isola, che ne condivide il nome. Si tratta di una città con più di 30.000 abitanti, caratterizzata da strutture antiche, che ne raccontano la storia. Questa importante isola infatti fu più volte conquistata, ed ha fatto parte anche dell’Italia, per lunghi periodi e sotto diverse dominazioni. Tra le cose più interessanti da visitare spicca il Palazzo Reale, costruito nell’800 dai governatori inglesi dell’isola. La città vecchia è costruita in stile veneto, ricorda infatti un piccolo paesino dell’Italia del nord. Il porto è dominato dall’alto da un’antica fortezza, costruita dai Veneziani, quando erano padroni dell’isola.

Dove e quando soggiornare

Come avviene per molte isole greche, anche Corfù viene ogni anno ospita tantissimi turisti, per questo motivo è importante evitare i mesi di luglio e agosto, quando il sole è speso eccessivamente caldo, e le spiagge sono affollatissime. La primavera e l’autunno sono le stagioni migliori per visitare l’isola in tutta tranquillità. Da maggio a settembre il mare è sufficientemente caldo per poter godere di bagni interminabili. L’isola, seppur non molto grande, ospita diverse strutture ricettive, tra alberghi, B&B, residence adatti ad ogni gusto e necessità. Per organizzare un soggiorno perfetto si può approfittare del catalogo per le vacanze al mare di Viaggi Arcobaleno, che propone anche un viaggio a Corfù.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi