Cosa vedere sulla Costiera Amalfitana: la Grotta dello Smeraldo

La Costiera Amalfitana è una delle zone d’Italia più rinomate in tutto il mondo. Si tratta di un luogo splendido, dove chiunque può trovare qualcosa da fare o una zona da ammirare. Si va dalle più belle spiagge del mondo fino a piccoli borghi incantati, che fanno mancare il fiato da quanto sono belli. Tra le bellezze della Costiera Amalfitana, la Grotta dello smeraldo è una delle attrazioni più interessanti.

Dove si trova

La Grotta dello Smeraldo si trova alla Conca dei Marini, una baia suggestiva nei dintorni di Amalfi. Precisamente l’accesso alla grotta è situato a circa 3 km dall’abitato di Praiano. Si può accedere alla grotta direttamente dalla strada soprastante, sfruttando un comodo ascensore, oppure una lunga scala. Il modo migliore per raggiungere la Grotta di Smeraldo è però dal mare, utilizzando una barca a remi. Trovare una barca per giungere fino alla grotta non è così difficile, perché nei dintorni sono disponibili tantissimi operatori turistici che consentono l’accesso al sito, anche con un breve preavviso. Per maggiori informazioni a riguardo potte consultare il sito www.costieraamalfitana.com.

Le bellezze della grotta

La Grotta dello Smeraldo è stata scoperta in tempi abbastanza recenti, fu infatti nel 1932 che il pescatore Luigi Buonocore la trovò, attirato da alcuni pertugi presenti nelle rocce. La particolarità di questa grotta è dovuta alle sue origini. Si tratta infatti di una cavità carsica, come quelle che oggi si trovano molto lontano dal mare. Dopo l’ultima glaciazione il livello del mare si è molto innalzato, fino ad invadere le cavità della grotta, che anticamente si trovava lontana dal livello delle acqua. Il risultato è praticamente unico, perché permette di ammirare le pareti ornate dalle stalattiti carsiche, che si immergono nel mare blu. La luce che penetra tra le rocce colora l’acqua in modo incredibile, quasi surreale.

Quando visitare la Grotta di Smeraldo

La Grotta di Smeraldo si trova sul livello del mare, lungo la Costiera Amalfitana. È possibile accedervi in qualsiasi stagione dell’anno, purché non sia in atto una mareggiata particolarmente severa. I periodi migliori sono sicuramente la primavera e l’autunno, quando il clima è particolarmente mite e non sono presenti turisti in ampie quantità. La zona della costiera infatti nel periodo di luglio e agosto viene presa d’assalto da grandi quantità di gente, essendo la Grotta abbastanza piccola può risultare complesso raggiungerla e godersela in questi mesi dell’anno.

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi