Frustata dai genitori: marocchina vestiva all’occidentale

Frustata dai genitori

Frustata dai genitori perché vestiva all’occidentale: la storia di una giovane di 16 anni che non voleva vestirsi e comportarsi da marocchina

Frustata dai genitoriCredenze e religione possono rivelarsi, talvolta, una vera e propria prigionia: è quanto accadeva, molti anni fa, alle donne dei paesi del Mezzogiorno d’Italia, spesso costrette, per convenienza delle famiglie, a sposare uomini molto più grandi e che probabilmente mai avrebbero voluto prendere in marito. Ed è quanto accade ancora oggi alle giovani donne islamiche, costrette dalle loro famiglie e dai loro genitori, in nome proprio di una tradizione o di una religione, a vestire all’orientale, anche per andare a scuola.

Una privazione di libertà che è stata molto stretta ad una ragazzina di soli 16 anni, che veniva vessata e continuamente picchiata dalla famiglia, perché, nonostante fosse nata e residente a Pavia, era costretta a vestirsi dai genitori all’orientale. La ragazza, che più volte aveva pregato i genitori perché comprendessero la sua volontà di essere trattata come una persona normale, veniva spesso frustata da padre, madre e fratello.

Adesso, il Tribunale dei Minori di Milano ha tolto la ragazza alla famiglia, e nei confronti dei parenti della giovane è stata avviata un’indagine anche a causa delle contusioni multiple evidenziate sul corpo della giovane.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *