Le bollette: come dimezzarle senza fatica

fornello

Per il bilancio familiare la voce bollette è una delle più importanti; volendo però si possono ridurre le cifre spese, semplicemente introducendo delle buone abitudini, o anche sfruttando le nuove tecnologie.

La bolletta del gas

Per imparare come risparmiare gas in casa si deve prima osservare come si utilizza questo combustibile. Il gas viene utilizzato, in gran parte delle abitazioni, per cucinare e per far funzionare il riscaldamento domestico. In molte situazioni la semplice installazione di un buon termostato programmabile aiuta a ridurre drasticamente lo spreco di gas, permettendo di accendere l’impianto solo quando necessario, anche al mattino presto o prima di rientrare a casa. Un altro modo per risparmiare sul gas consiste nel cercare il gestore meno caro possibile. Oggi il mercato libero permette di trovare offerte molto interessanti, che a volte tagliano drasticamente le spese per il gas.

L’energia elettrica

Sono tantissimi gli elettrometrici e le apparecchiature che utilizziamo in casa che sfruttano l’energia elettrica per funzionare. Molti sono usati in modo eccessivo, come ad esempio le luci di ogni stanza: basterebbe accendere solo quelle necessarie per illuminare il luogo in cui siamo per avvertire un cambiamento sul conto mensile dei consumi di energia. L’uso del condizionatore in estate dovrebbe essere ridotto al minimo, anche perché questo elettrodomestico consuma veramente tanto. Lavastoviglie e lavatrice andrebbero riempite totalmente prima di essere avviate, prediligendo i cicli a basse temperature o particolarmente brevi. Oltre a risparmiare sulla bolletta dell’energia in questo modo si rispettano anche i capi e le stoviglie che si stanno lavando, permettendone un uso più prolungato.

Migliorare la casa per dimezzare le bollette

Un altro modo ideale per contenere le bollette consiste nel mantenere constatemene al casa e gli elettrodomestici in ottime condizioni. La sostituzione dei prodotti più obsoleti è spesso molto consigliabile, soprattutto per quanto riguarda la caldaia: oggi sono disponibili modelli a condensazione, che permettono di risparmiare fino al 30% rispetto a quelle tradizionali. Gli elettrodomestici di ultima generazione sono molto pratici e consumano poco, soprattutto quelli di classe A o superiore. Si deve anche considerare che gli interventi di miglioramento della casa permettono di godere di incentivi statali, sotto forma di rimborsi sulle tasse; si può arrivare a rimborsi pari al 65% delle spese effettuate, da suddividere in 10 rate annuali. Se si somma questo al risparmio sulle bollette è chiaro che si tratta di occasioni da non perdere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *