Sicilia indagati per assenteismo: sono oltre quaranta

Sicilia indagati per assenteismo

Sicilia indagati per assenteismo: la Guardia di Finanza ha condotto un’operazione che ha permesso di scovare numerosi furbetti del cartellino

Sicilia indagati per assenteismoIl lavoro gratifica l’uomo ma a volte l’uomo non accetta di guadagnare il proprio pane da vivere in cambio del suo contributo – come dovrebbe essere per qualunque persona onesta – ma cerca di ottenere il suo compenso in maniera gratuita ed anche pretenziosa: la Guardia di Finanza ha ritenuto necessario condurre un’operazione in grado di riuscire a scoprire gli assenteisti del dopofirma, ovvero coloro che dopo aver timbrato il proprio cartellino si assentavano dal proprio posto di lavoro, lasciando le proprie mansioni non ottemperate.

L’operazione è riuscita a portare agli arresti domiciliari 11 dipendenti dell’assessorato regionale alla Salute di piazza Ottavio Ziino nel capoluogo siciliano, altri 11 dipendenti saranno costretti all’obbligo di firma, mente altri 20 sono stati denunciati a piede libero.

La procura di Palermo è convinta che gli indagati si siano assentati dal posto di lavoro in maniera ingiustificata: secondo la stessa alcuni dipendenti avrebbero collaborato tra di loro attraverso lo scambio del badge e dei pc dell’azienda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi