Terremoto Amatrice: crolla la parte destra della Chiesa, paura tra i cittadini

Terremoto Amatrice

Terremoto Amatrice: la scossa di ieri ha fatto registrare un nuovo crollo

Terremoto Amatrice. Trema ancora la terra in centro Italia. Amatrice non ne può più, e con essa anche i cittadini della località del centro della penisola che, fino al 24 agosto 2016 – giorno in cui è iniziato l’incubo “terremoto” per molte persone dell’Abruzzo e del Lazio – conducevano una vita normale. E la normalità era data senza dubbio, prima di tutto, dall’assenza di quelle scosse di terremoto che oggi continuano a perseguitare il centro Italia, distruggendo case, vite, persone, ed affetti.

Terremoto AmatriceEd è ancora terremoto ad Amatrice: questa volta con una scossa che si è attestata attorno a 3,8 gradi, e che, secondo quanto è stato registrato dall’Istituto di Geofisica e Vulcanologia, ha colpito Amatrice esattamente alle 6.10 di ieri, seminando ancora una volta paura e terrore nel paese. Nella scossa di ieri non sono stati provocati morti, ma il sisma ha duramente colpito la Chiesa di Amatrice, determinando così un nuovo  danno, dopo il crollo del campanile che si era già verificato qualche settimana fa.

La scossa di ieri ha provocato il crollo della parte destra della Chiesa, ed ovviamente ha generato nuove paure tra le persone, sempre più spaventate da una terra che non smette di tremare, che non dà più alcuna certezza, e che potrebbe celare nuovi disastri.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *