Bollettino covd-19 , aumentano i contagi

Oggi , 14 Marzo 2020 , come tutte le sere di quest’ultimo periodo , il popolo italiano è incollato alla Tv , per ascoltare quel tanto risentito e disgraziato ” bollettino covd-19″ diramato dalla Protezione Civile e in particolare commentato in diretta e trasmesso su tutti i telegiornali dal capo del dipartimento Protezione Civile , Angelo Borrelli, che illustra il resoconto giornaliero dei risvolti del covd-19 sul territorio italiano , ovvero va a precisare in modo impeccabile il nuovo numero di contagi , il nuovo numero di decessi e il nuovo numero di persone guarite. Il popolo italiano attende con ansia questo momento , poichè sono le notizie più veritiere che si possono ascoltare alla tv.

Il bilancio conta che in Italia , i malati  attualmente sono 17.750 ;  rispetto a ieri la cifra aumenta in maniera esorbitante , addirittura contiamo 2795 pazienti  in più che oggi si sono ammalati di corona virus. Da premettere che il numero complessivo di contagiati , contando malati e guariti , è di 21157. Altro dato allarmante è il numero di pazienti affetti da corona virus che a causa degli effetti devastanti sull’apparato respiratorio , sono ricoverati nelle terapie intensive dei nosocomi italiani , e sono 1518  , se ne contano 190 in più rispetto a ieri. Le vittime , nota dolente , in tutto il territorio italiano sono 1441, con precisione 175 decessi in più rispetto a venerdi’.  Nota positiva , se cosi è possibile definirla , riguarda i guariti , oggi ne contiamo 527 in più rispetto ad ieri.

Ora faremo un bilancio più specifico , analizzando le regioni più colpite dal corona virus e soprattutto dove ci sono stati più casi oggi ; La Lombardia conta 1327 malati rispetto ad ieri , a seguire l’ Emilia Romagna con 338 malati in più rispetto alla giornata di venerdi ,  il Veneto + 322 pazienti , la Campania , nonostante il task force di De Luca conta + 30 contagi rispetto alla giornata precedente , seguita dalla Sicilia che registra un numero esorbitante , ovvero più 150 casi rispetto al venerdi appena trascorso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *