Ingegnere elettronico: retribuzione e opportunità di carriera

roma24Non è per la retribuzione che si sceglie una carriera, ma sicuramente il fattore economico è uno degli elementi che si prendono in esame prima di intraprendere un percorso di studio. Tra gli elementi che rendono le professioni più appetibili ci sono proprio la retribuzione e le opportunità di carriera, intese sia come la possibilità di lavorare in settori diversi, sia come la possibilità di crescere dal punto di vista lavorativo.

Quella dell’ingegnere elettronico è una professione che soddisfa entrambi questi elementi, perché consente di avere una buona retribuzione ed anche di poter scegliere tra diversi settori di impiego, potendo anche crescere nel corso degli anni. Per ricoprire questo ruolo professionale bisogna aver conseguito una laurea in ingegneria elettronica, percorso di studio pensato per insegnare ai futuri lavoratori tutto ciò di cui avranno bisogno per esercitare al meglio il loro ruolo professionale.

Quanto guadagna un ingegnere elettronico?

Prima di parlare di cifre è importante fare una considerazione: non c’è uno stipendio fisso, ma la retribuzione varia a seconda degli anni di esperienza e dell’azienda per la quale si lavora. Si parte da uno stipendio mensile di circa 900 euro – che è quello che nella maggior parte dei casi ricevono i neolaureati appena assunti – per poi salire anche nel giro di pochi anni a circa 1.200 euro al mese.

Non mancano comunque delle ulteriori possibilità di crescita, infatti gli ingegneri elettronici più esperti arrivano a guadagnare fino a 1.800 euro al mese, raddoppiando di fatto lo stipendio base di un neoassunto. A meno che non si decida di svolgere anche attività privata, incrementando il guadagno annuale con i proventi derivanti dalla consulenza, è difficile che un ingegnere elettronico in Italia riesca a superare la soglia dei 2.000 euro al mese. All’estero la situazione è diversa, infatti in alcuni paesi lo stipendio dei professionisti più esperti può anche arrivare a toccare i 3.000 euro mensili.

Quali sono le opportunità di carriera?

Per parlare delle opportunità di carriera bisogna capire quali sono i settori in cui un laureato in ingegneria elettronica può trovare posto. Questa professione è considerata allettante perché offre l’opportunità di trovare impiego sia nel settore pubblico che nel settore privato.

La maggior parte delle aziende ha bisogno nel suo organico di almeno un professionista con questo titolo di studio, il che rende ragione dell’elevato numero di posizioni disponibili, alcune delle quali restano addirittura vacanti. Non c’è dubbio dunque che le opportunità di trovare lavoro a poca distanza dal conseguimento della laurea non mancano, basta sapersi mettere a disposizione del mercato e dare il proprio meglio per incidere nell’azienda in cui si verrà assunti.

Nel corso degli anni, maturando esperienza e dimostrando le proprie capacità, è possibile crescere dal punto di vista professionale, svolgendo dei compiti di responsabilità sempre maggiore, oppure venendo assunti da aziende più grandi con dei salari più elevati.

Come è stato messo in luce nella sezione precedente dedicata allo stipendio, l’ingegnere elettronico ha anche la possibilità di svolgere attività privata, ad esempio facendo la consulenza alle aziende, il che comporta un’ulteriore crescita sia professionale che dello stipendio mensile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *